Riabilitatore visivo sinonimo di ortottista

MINISTERO DELLA SANITA’
DIPARTIMENTO DELLA PREVENZIONE

UFFICIO I
Prot. N.400 1/1.3.AG.6 cont.815/1273

RELAZIONE ALL’AVVOCATURA GENERALE DELLO STATO

Oggetto: Ricorso al TAR Lazio p/AIOrAO c/ Ministero della sanità per il DM 18.12.97 (Ct 14394/98-397)

PREMESSE DI FATTO

La legge 28 agosto 1997 n.284 ha disposto alll’art.1 di destinare uno stanziamento annuo di 6.000 milioni alle iniziative per la prevenzione della cecità e per la realizzazione e la gestione di centri per l’educazione e la riabilitazione visiva.

L’art.2 comma 2 della legge di cui sopra rinvia, ad un decreto del Ministero della sanità, la determinazione dei criteri di ripartizione delle predette somme nonché dei requisiti organizzativi, strutturali e funzionali dei centri di cui al comma 1 dello stesso articolo. Il decreto di cui sopra è stato emanato dal Ministero della sanità in data 18.12.1997. Tra le figure professionali di base previste dal decreto di cui trattasi si riscontra la presenza del profilo professionale dell’operatore della riabilitazione visiva.

Con ricorso al TAR l’Associazione Ortottisti Assistenti in Oftalmologia ha impugnato il decreto de quo chiedendone l’annullamento, previa sospensione perché illegittimo.

A sostegno dell’impugnativa la ricorrente deduce:

a. Qualificazione dell’interesse da tutelare. Legittimazione al ricorso. “L’associazione ricorrente è legittimata a ricorrere per la difesa dell’interesse afferente l’intera categoria rappresentata”.

b. Violazione della legge 284. La legge 284/97 stabilisce “che l’impugnato provvedimento doveva essere emanato entro 60 giorni dall’entrata in vigore della stessa legge, ciò non è avvenuto”.

c. Eccesso di potere. “Il decreto soggetto a gravame, ha previsto una figura professionale – quella dell’operatore di riabilitazione visiva – non prevista dalle vigenti disposizioni governative”.

Ciò premesso questo Ministero osserva che non è infondato l’assunto attoreo circa illegittimità, inesistenza della figura professionale dell’operatore di riabilitazione visiva prevista dal decreto gravato. L’Amministrazione in effetti in sede di elaborazione della stesura definitiva del DM ha inserito erroneamente la figura dell’operatore di riabilitazione visiva, che non è altro che una diversa definizione dell’ortottista assistente in oftalmologia, figura peraltro presente nel decreto di cui trattasi. In realtà la scrivente Amministrazione sta elaborando delle modifiche al decreto, eliminando dalle figure professionali di base quella dell’operatore di riabilitazione visiva.

Tanto premesso si rimettono tali valutazioni al prudente apprezzamento ed esame di codesta Avvocatura Generale e si resta a disposizione per eventuali, ulteriori, adempimenti.

Il Dirigente generale

Dr Fabrizio Oleari

Il Funzionario responsabile

Dr. Francesco Castellano

Seguici sui Social

Back to Top